Requisiti curriculari

Ai fini dell’accesso al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile i requisiti curriculari sono posseduti da tutti i laureati della classe delle lauree L-7 Ingegneria Civile e Ambientale e L-23 classe delle lauree in Scienze e Tecniche dell’Edilizia ovvero dai laureati della classe 8, classe delle lauree in Ingegneria Civile e Ambientale del D.M. 509/99.

Il possesso dei requisiti curriculari è invece da sottoporre a valutazione:

Per i laureati di classi di laurea triennale differenti da quelle sopra enumerate;

Per i laureati in possesso di lauree specialistiche/magistrali appartenenti a classi differenti da quella cui appartiene la Laurea Magistrale in Ingegneria Civile di cui al presente regolamento

Per coloro che sono in possesso di lauree assimilabili, conseguite ai sensi dei DD.MM. previgenti al D.M. 509/99

In tal caso, i requisiti curriculari di accesso sono posseduti dai laureati che hanno conseguito almeno 60 CFU per attività formative suddivise in maniera equilibrata tra i due seguenti gruppi di settori scientifico disciplinari:

MAT/03, MAT/05, MAT/07, FIS/01, ING-IND/22;

ICAR/01, ICAR/02, ICAR/07,ICAR/08, ICAR/09, ICAR/10.

 

Adeguatezza della preparazione personale

Oltre ai requisiti curriculari sopra richiamati, l’accesso al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile è condizionato al possesso di un’adeguata preparazione personale.

Questa è valutata in base alla media delle votazioni – pesata in relazione alla consistenza in termini di CFU – conseguite dallo studente in ingresso in tutte le attività formative relative agli stessi settori scientifico-disciplinari considerati per i requisiti curricolari, anche se riferiti ad un numero di CFU superiore a 60.

La valutazione è superata con esito positivo se la suddetta media pesata è superiore o uguale a 22/30 (ventidue).

 

Le domande di iscrizione sono preventivamente sottoposte a valutazione da parte della commissione didattica e successivamente ratificate dal consiglio.

 Domanda di accesso